mercoledì 27 gennaio 2016

I primi abbandoni, qualche riflessione e una richiesta d'aiuto



N. 1 Carrello di un supermercato, Besso
N. 2 Ascensore di un supermercato, Vezia
N. 3 Bancomat di una banca, Mendrisio
N. 4 Auto elettrica in carica, Comano

Eccoli qui i primi ovetti abbandonati per il progetto #goccegentili, i 4 trovatelli di gennaio che spero abbiano trovato una famiglia. 
Dopo un mese posso dire di poter trarre le prime impressioni di questa esperienza. Prima di tutto si è rivelata un'impresa, ed un proposito, più difficile da attuare di quanto avessi previsto. Sarà che in Svizzera non si abbandona nulla per strada, e non si tocca la proprietà altrui! Quindi mi sono accorta che:
1. Aggirarsi furtivamente attorno alle cose degli altri crea sospetto. Bisogna farlo di nascosto.
2. Fotografare qualcosa che non ti appartiene, che sia una bucalettere, un'auto o una bici, non è cosa benvista.
3. Le persone non prendono, anzi non toccano nemmeno, ciò che non è chiaramente a disposizione. Ecco perché non arrivano neppure a leggere il bigliettino. Se c'è un oggetto posato da qualche parte lo si lascia lì. Qualcuno lo verrà a cercare...
4. Non è possibile abbandonare un oggetto in un luogo pubblico. Potrebbe far parte della decorazione, oppure essere in vendita. Ho lasciato un ovetto nel bagno di un ristorante, ad inizio cena. Quasi tutte le signore nel corso della serata sono andate in bagno. Alla fine della cena sono tornata in bagno e l'ovetto era ancora lì, esattamente come l'avevo lasciato. Ovviamente devono aver pensato che facesse parte dell'arredamento, quindi non si tocca.
5. Trovare un posto che sia sufficientemente visibile e frequentato, eppure protetto da eventuali intemperie, come pioggia, neve o vento, è difficilissimo.


Quindi, devo ripensare ai luoghi di abbandono, "personalizzandoli" di più. 

Avete dei suggerimenti per diventare mie complici? Grassieeeeee

6 commenti:

Melancolia ha detto...

Ciao Antonella, ho visto quest'iniziativa giusto questa mattina e ho deciso di partecipare anch'io, dentro di me avevo già immaginato che potesse accadere tutto quello che hai scritto :D
io sono di verona, se ti avvicini alla bicicletta di qualcuno pensano che stai tentando di rubarla, stessa cosa per gli oggetti abbandonati, forse qui non presi in considerazione non perchè si pensa che essendo per strada non ci appartengono ma perchè il primo pensiero è "chissà chi l'avrà toccato"...la vedo dura ma sono decisa a provare :)
ripasserò per vedere come stanno andando le tue donazioni

Melancolia ha detto...

ho provato anche ad aggiungermi per seguire il tuo blog ma non mi da la possibilità di farlo...alternativa?

antonella (broggi) ha detto...

Ciao Melancolia, piacere di conoscerti. Che splendida città Verona. Non riesci ad aggiungerti? Non capisco, devo verificare subito cosa ho sbagliato. Grazie per avermelo segnalato! Potresti seguirmi sul profilo di Facebook che è molto più aggiornato. Mi trovi se cerchi "la casa degli antuche".

Melancolia ha detto...

sono riuscita ad aggiungermi sul blog, forse ieri era un problema di blogger ;)

MILLE IDEE CREATIVE ha detto...

ciao bella questa iniziativa, non la conoscevo.
sono tua nuova follower
www.milleideecreative.blogspot.it
a presto
Milly

antonella (broggi) ha detto...

Ciao Milly, piacere di conoscerti!