lunedì 7 dicembre 2015

Il Natale è servito!



Dunque dunque... Apparecchiare una bella tavola festiva è una cosa molto difficile, il rischio è di esagerare con le decorazioni, ottenendo un effetto troppo colorato, troppo decorato, troppo pasticciato. Il segreto è scegliere un motivo, e un colore, e rimanevi fedeli. Quindi, se ad esempio avete la tovaglia rossa, rimanete su questo colore anche per tutti i dettagli decorativi, ma rimanete sul bianco neutro per il resto. Se sulla tovaglia ci sono delle renne, non aggiungete altri soggetti, come Babbi Natale, angioletti, campanelle, ecc. Se volete stupire i vostri ospiti con un pezzo davvero di tendenza, allora scegliete le alzatine monodose con campana. In commercio ce ne sono di tutti i tipi, una più bella dell'altra, ma comprarne un numero sufficiente per tutti i commensali diventerebbe davvero costoso, oltre che un impiccio poi da riporre. Io vi propongo una soluzione furbetta, che se preparata con un po' di accortezza sarà un successo, e vi permetterà di occupare un pomeriggio insieme ai vostri bimbi. Potete usarla a fine cena per presentare un piccolo dolcetto, che possono anche essere tre biscotti di Natale, insieme al caffè, oppure subito in entrata, per proteggere un piccolo benvenuto della cucina, un crostino con papà e composta di cipolle caramellate ad esempio, oppure con salmone e crema di maionese e wasabi. Scegliete il personaggio che si adatta con il soggetto della tovaglia, e coloratelo in base al resto della decorazione, oppure d'oro e argento, che rimangono un passe-partout...

Ecco, ora però desidero augurarvi che i vostri desideri si avverino, e che nel 2016 abbiate serenità, tanti sorrisi e creatività a piene mani!




 Questo post partecipa al tema "Natale" di


Infeltriscimi di Daniela
Zuccheramente di Federica
Favole di Legno di Angela e Marcello
 Lo Stile di Giò  di Giovanna 
Per sfizio ma non solo di Alessandra