lunedì 5 ottobre 2015

Quando la zucca fa la burbura, o di quando l'abito fa il monaco!




La burbura in abito festivo

La burbura in... abito da casa!


Credo che la burbura sia una delle zuppe più amate e più comuni nelle case ticinesi. Ognuno ha la sua personale ricetta, che tramanda di generazione in generazione. Io la faccio spesso durante la stagione delle zucche e ai bimbi piace moltissimo. È un tipico piatto casereccio che però non offriremmo mai agli ospiti, proprio perché troppo comune. È vero, ma in cucina l'abito fa sempre il monaco, e quindi la stessa minestra, presentata in un abito un po' più ricercato, diventa un'entrata ideale sia in un menu autunnale composto da cacciagione, sia in uno a base di formaggi misti.


P.S. Il vasetto da conserva è ideale perché permette di preparare la burbura in anticipo e di tenerla in caldo nel forno con il coperchio chiuso. Basterà aggiungere i crostini caldi, il parmigiano e l'olio evo prima di servire.


Made in Switzerland: la (mia) burbura
Per 4 piccole porzioni da entrata


1 fetta di zucca

2 grandi patate o 4 piccole
1 cipolla 
1 dado di manzo
2 fette di pane (o pane toast)
burro
sale
olio evo
parmigiano grattugiato e a scaglie

In una padella rosolare la cipolla a fette in un po' d'olio e burro. Aggiungere la zucca e le patate mondate e tagliate a fettine. Rosolare brevemente quindi coprire d'acqua e aggiungere il dado. Coprire e lasciar sobbollire fino a quando la zucca e le patate saranno ben cotte. Frullare tutto. Tagliare il pane a cubetti e rosolarlo nel burro, quindi salarlo. Impiattare la burbera quindi cospargerla di parmigiano, aggiungere i crostini di pane, qualche scaglia di parmigiano e ultimare con un filo di olio evo. 


 Questo post partecipa al tema "Zucca" di

By Nadialab di Nadia 
 Infeltriscimi di Daniela
Favole di Legno di Angela e Marcello
Multifaces Design di Elisabetta

Per sfizio ma non solo di Alessandra
 Kairòs Lab di Martina