giovedì 31 gennaio 2013

Una ghirlanda di stoffa



Qualche scarto di stoffa e una sola cucitura a macchina, da braccio a braccio, ed ecco fatta al volo una decorazione per la camera di Valentina e il lavoretto per la prima edizione dell'anno di Illustrazione Ticinese.



martedì 29 gennaio 2013

Tina e i risparmi di Dafne



La piccola Dafne ha un sogno: diventare una ballerina. Così per lei ho preparato 
Tina la vezzosa ballerina, che ha il compito di conservare i risparmi per le lezioni di danza. Spero possano diventare buona amiche, e che il pancino di Tina si gonfi velocemente ;-)

mercoledì 23 gennaio 2013

Il calore del marrone



La nostra camera da letto è sempre stata il mio cruccio. Ho fatto diversi tentativi, escursioni nel bianco totale, nel bianco e nero, nei toni del blu. Non sono mai riuscita ad esserne soddisfatta. Questa volta ho scelto le tonalità più calde del marrone per le lenzuola e per la parete dietro il letto. Ho deciso di far volare le luci (gli uccellini di Ingo Maurer) e i libri e di aggiungere dei comodi cuscinoni da lettura. È per ora il tentativo meglio riuscito, anche se...

venerdì 18 gennaio 2013

La metamorfosi di Kura



Quando a suo tempo comprammo il letto Kura di Ikea per Riccardo, non ci eravamo accorti che si potesse capovolgere. Lo scoprii molto più tardi su un blog di un'amica. Così, quando Riccardo si è fatto grandicello, lo abbiamo smontato e conservato, con l'idea di riutilizzarlo per Valentina. Ecco, è arrivato il momento e lo abbiamo rimontato nella sua versione bassa girando i pannelli blu, che sul retro sono bianchi. Siccome però un baldacchino senza tenda mi pareva un po' strano, ho avvitato sei viti ad anello sul castello e ho confezionato una tenda e dei nastri con lo stesso tessuto. Sarà un caso, ma per la prima volta da oltre un anno, Valentina ha dormito tuuuuutta la notte senza svegliarsi!

martedì 15 gennaio 2013

Un ricordo al polso



Solo una striscia di raso, una cucitura zig zag, due perle di vetro che non sapevo come usare, una perla di metallo e un ciondolino che mi regalò la mia amica del cuore quando aspettavo Valentina. è tutto quel che serve per un braccialetto facile facile.

venerdì 11 gennaio 2013

Quasi nuova. Quasi.



In veste di mamma di un maschietto intento solo a rincorrere palle e dischi, non ero mai stata confrontata prima con le bambole. O meglio, non più dopo la pubertà... Ora con Valentina però posso ricominciare a spazzolare morbide chiom... Stop. Proprio no! E mi tornano in mente le mie Barbie. Nuove avevano dei capelli meravigliosi, ma bastava giocarci un po' per ridurle in un intricato, opaco e ingestibile ammasso di fili attorcigliati. E più si provava a spazzolarle, peggio diventavano. Pensavo che le bambole oggi avessero fatto dei progressi, ma mi sbagliavo. Così ho cercato in rete se esiste un metodo per sistemare i capelli delle bambole e ho trovato che basta usare ammorbidente per biancheria diluito con acqua per ritrovare dei capelli perfetti. Le foto erano sorprendenti. Beh, ho provato. Credo che le foto pubblicate presentassero la bambola nuova e non dopo il trattamento, perché il massimo risultato che io sono riuscita ad ottenere è questo...Via i nodi e capelli più lisci, ma insomma, sempre lontani dalla lucentezza originale... 

martedì 8 gennaio 2013

Nuovi cuccioli



Finalmente!
Perché tra i lavori in casa, il trasloco e tutto il resto, davvero mi è mancato il tempo di dedicarmi alla mia passione. E sono così tante le cose che ho in sospeso che ho dedicato loro un cassetto, letteralmente i sogni nel cassetto, dove raccolgo tutto quello che vorrei realizzare, o che ho iniziato e abbandonato. Finalmente però, almeno la nuova serie di segnalibri per Alon, il bellissimo negozio di Lugano che li ospita, è pronta...

martedì 1 gennaio 2013

Aggiungi un posto nel blog...


Dunque: Sara è italiana, ma vive e lavora a Zurigo, e per questo la sento un po' più vicina. Lei mi ha ospitata nel suo blog, ed io la ospito qui da me, per iniziare l'Anno nuovo chiacchierando. E chissà che un giorno anch'io impari a crochettare...

Ciao Sara Arts, benvenuta nella Casa degli Antuche! Parlaci un po’ di te…
Ciao Antonella, è davvero un piacere essere ospitata nella tua accogliente casetta, circondata da i tuoi simpaticissimi Antuche.
Mi chiamo Sara ed ho la fortuna di poter dedicare il mio tempo alle passioni che ho fin da piccola: dipingere, disegnare, realizzare oggetti con materiali che ho a disposizione. Sono una sognatrice, ma nel vero senso della parola: la notte mi porta sempre consiglio. Le creazioni più belle mi appaiono sempre in sogno ed al mattino non è affatto inusuale vedermi, carta e matita in mano, disegnare appena sveglia…. con buona pace di mio marito che mi aspetta invano per la colazione.
“Sara Arts” è il mio piccolo mondo: fatto di colori, materiali tra i più svariati, fantasia e tanta tanta passione.



  Ho notato la tua “Collezione Blumeli”. Vuoi parlarcene? 
Con molto piacere! I miei “Blumeli” sono piccoli fiori di cotone. Ogni volta che li guardo mi trasmettono allegria. Non mi stanco mai di crearne di nuovi, con colori e forme diverse.  Mi piace immaginarli ambasciatori di gioia ed amore. Non a caso ho iniziato a realizzarli per accompagnare le mie congratulazioni in occasione di nuove nascite, battesimi, matrimoni e compleanni. L’idea è piaciuta molto, ed ora potete trovarli nel mio negozietto. Li realizzo anche su ordinazione: adoro vederli addobbati con confetti e presenziare come bomboniere!!!!!


Qual è la tua fonte di ispirazione?
Questa è una domanda a cui non saprei rispondere. Non passo molto tempo a sfogliare le riviste di moda, e mi annoio abbastanza in fretta a guardare le vetrine. Di solito sono sempre più affascinata dall’allestimento di queste ultime che dagli oggetti esposti. Mi piace osservare la gente che incontro e capire come giocano con i capi in voga e gli accessori. A volte rimango basita dall’abilità di alcuni nell’ accostare il vecchio ed il nuovo con eleganza ed originalità.


Tra le tue creazioni ce n’è una che ti ricorda “qualcosa di speciale”?
In questo momento sono legata particolarmente alla mio nuovo set borsa e cappellino che ho chiamato “Sweet November”. Per questa realizzazione mi sono fidata unicamente del mio istinto sia per i materiali che per le misure. La parte interna che si vede solo in trasparenza attraverso il motivo a rete ha preso forma da un drappo che era la fodera di un vecchio armadio, a sua volta foderata con tessuto in seta robusta, anche lui recuperato da un vecchio vestito. La parte esterna è realizzata in lana lavorata all’uncinetto e ricamata con l’aggiunta di fiori e boccioli a rilievo.
Durante la realizzazione mi sono sentita un po’ Rossella O’hara in “Via col Vento”. Vi ricordate la scena in cui lei strappa la tenda verde di velluto e decide di trasformarla in un vestito?

Come si svolge la tua giornata lavorativa?
Diciamo che per il momento mi sento privilegiata, posso dedicare tutto il mio tempo libero alle mie creazioni ed alla ricerca di materiali per realizzarle.


Stai lavorando a nuovi progetti al momento?
Di progetti nel cassetto ne ho tanti. Ultimamente sto dedicando il mio tempo ad un progetto in cui credo moltissimo: “Sara Arts – My Wish List”. Come si evince dal nome è la “Mia lista dei desideri”, che ogni venerdì rendo pubblica sul mio blog. Scelgo 5 opere o creazioni realizzate a mano tra quelle che amici artisti hanno caricato sul mio gruppo Flickr ( Sara Arts – My Wish List) e chiedo ai miei lettori di votare le loro preferite.
Così facendo spero di dare spunti nuovi a chi mi segue e stuzzicare la loro curiosità tanto da visitare le gallerie fotografiche ed i siti degli artisti.
Mi piace pensare che la mia “My Wish List” possa diventare un appuntamento per gli innamorati dell’arte e dell’artigianato ed il mio gruppo Flickr  un punto di incontro per gli artisti dove possono conoscersi ed aiutarsi a promuovere le loro creazioni.
In questi ultimi mesi ho avuto l’occasione di incontrare virtualmente un sacco di nuovi artisti, che hanno sposato subito e con entusiasmo il mio progetto. Tra questi ci sei anche tu, Antonella!!!


Anche tu sei una blogger. Quando e perché hai deciso di aprire il tuo blog “Sara Art Studio”?
Ho deciso di iniziare questa avventura grazie ad una carissima amica che mi ha fatto conoscere questa realtà a me sconosciuta fino a due anni fa. Adoro rimanere in contatto con chi mi segue e trovo che il blog sia uno degli strumenti più belli per raccontarsi attraverso il proprio lavoro ed interagire con chi lo apprezza.
  
Quali sono i tuoi hobbies come passi il tuo tempo libero?
Il mio hobby principale è cercare, per quanto sia possibile, di rendere meno frenetica la vita di tutti i giorni e combattere la routine, a cui penso di essere un po’ allergica. Adoro passare il mio tempo libero con chi mi sta accanto, leggendo un libro o facendo piacevoli passeggiate.

Quali sono i tuoi piani per il futuro?
Non sono solita fare piani per il futuro, ma mi piace l’idea di poter sperare di affrontare gli eventi che verranno con serenità.


Sei italiana. Che cosa ti piace di più del tuo paese?
La mia personale immagine dell’Italia è quella di un grandissimo Museo o sito archeologico a cielo aperto. Ogni angolo, stradina, pezzettino di terra ha una storia da raccontare e non aspetta altro che qualcuno si fermi ed ascolti.

Dove possiamo trovare le tue creazioni?
Le mie creazioni le potete trovare nel mio shop “Sara Arts” sulla piattaforma di DaWanda, oppure nel mio blog cliccando sulla pagina “My Creations”.