venerdì 28 dicembre 2012

Un portachiavi portaricordi



Quando si parte in vacanza in aereo, nel bagaglio a mano c'è di tutto e sempre, immancabilmente, la chiavetta della valigia si infila in fondo alla borsa, introvabile. Ecco perché, anni fa, ho deciso di attaccarci un lungo cordino con un campanellino. Poi però ad ogni viaggio ci ho aggiunto un ricordo. Una conchiglia, un pezzettino di corallo, sui quali ho scritto luogo e data. Sapete certamente che non si prelevano conchiglie dalla spiaggia, per etica e in molti Paesi per legge. Per questo io prendo solo una conchiglia bucata, o un pezzo di conchiglia. Perché per poterla infilare sul cordino deve esserci un buco, e perché proprio le conchiglie rotte o bucate non vengono più utilizzate dai paguri come rifugio. Così ho la certezza di non levare la casa a nessuno e intanto il mio pprtaricordi si allunga e mi fa compagnia.

martedì 18 dicembre 2012

Cuori di sale



Va bene, ci siamo quasi. Il Natale è alle porte e dovreste avere già tutti i regali. Non vi resta che impachettarli. Noi quest'anno abbiamo preparato dei bigliettini di pasta di sale per i pacchetti. Un lavoretto facile facile che ha avuto il grande pregio di intrattenere Vale per una buona oretta... ;-)

mercoledì 12 dicembre 2012

Le ghiande morbide



Se non sapete ancora come decorare i pacchetti di Natale queste ghiande, proposte come lavoretto per i bambini nell'edizione di dicembre di Illustrazione Ticinese, potrebbero essere uno spunto...

mercoledì 5 dicembre 2012



Se a tuo figlio crescono le gambe senza sosta, e una tuta messa due volte in un attimo non va più, non ti resta che tagliarla e trasformarla in un pantaloncino corto, per la ginnastica, ad esempio. Così ho deciso di tagliare le gambe di questa tuta basica blu sopra il ginocchio e di fare un orlo tradizionale. Epperò, che cosa poco dinamica... Così mi sono venuti in mente un paio di pantaloncini della Boxeur, marchio gettonatissimo al momento tra i ragazzini, visti tempo fa. Avevano l'orlo al vivo, semplicemente rivoltato e cucito ai lati per farlo stare su... Quindi se devo fare una cucitura che non si vede che però non è perfettamente identica alle altre, tanto vale fare di necessità virtù e renderla ben visibile. Filo rosso, triplo zig-zag e via. L'orlo è sistemato. Poi però, per coerenza, ho ripetuto la cucitura su un fianco e su un cordino in vita. "Ganzi!" ha detto Ricky... Evvaiiiiii, anche questa volta mi è andata bene... ;-)