venerdì 27 luglio 2012

Quando il suo guardaroba diventa il mio...



Tempo fa avevo visto su Pintrest qualcosa di simile e l'avevo trovata assolutamente geniale. Una cosa tanto semplice eppure perfetta. Nessun taglio, niente cuciture. Lunghezza perfetta, larghezza regolabile. Unica ed originale. Non passerà inosservata, ve lo assicuro. Dovete solo scippare una camicia a vostro marito e il gioco è fatto! Direi di abbinarla ad una canotta o ad un top senza stampe, bottoni, applicazioni di nessun genere. Questa gonna è già ricca di dettagli che vanno lasciati vivere. Abbottonatela e lasciate aperti due bottoni dello scollo, entrateci, sistemate bene il collo sul punto vita e annodate le maniche sul davanti. Fatto! 


martedì 24 luglio 2012

Una collaborazione tra uomo e mare



Da sempre, quando sono al mare non riesco a non cercare sassolini sulla spiaggia. Solo una volta mi è capitato di trovarne uno con un foro, ma è grande e ora è sulla mia scrivania. Ho sempre sognato di trovare sassolini piccoli, con un bel forellino al centro. Quest'anno ne ho trovati tantissimi! Come mai? Non è possibile... Poi il bagnino mi ha spiegato che non sono veri e propri sassi. Sono piuttosto degli agglomerati staccatisi durante la posa di una grande barriera frangionde posata davanti al porto di San Vincenzo. Il materiale è stato colato in mare e piccole parti si sono staccate e, quando il materiale era ancora caldo e bagnato, piccole bollicine d'aria l'hanno attraversato forandolo. Poi le onde hanno arrotondato e portato a riva questi nuovi prodotti. Una sorta di collaborazione uomo-mare. Io li ho usati così...

Con questo post partecipo a un contest, ma accidenti non riesco più a ritrovare di chi. Lo so, sono un disastro! Se sapete di chi è, o se è proprio il tuo, ti prego di dirmelo. Si tratta di un contest di lavori manuali all'aperto, in veranda, sul balcone, in giardino, con scambio di manufatti...

Ecco per fortuna Mony mi ha trovata! il contest è suo!

giovedì 12 luglio 2012

L'aperitivo del cuore




Mi sono imposta di scrivere sempre post brevi, perché so che il tempo è poco e i blog interessanti da visitare tanti. Questa volta però vi chiedo di soffermarvi un attimo per raccontarvi qualcosa in più. Vi propongo un aperitivo semplice e rapidissimo da fare, ma che a me evoca ricordi felici, anche molto profondi, e per voi potrebbe rappresentare una piacevolissima scoperta. Non sorprendetevi per uno degli ingredienti, così poco casereccio. Proprio lui racchiude tra le sue fragranti briciole tutti i miei ricordi più cari. Mia nonna non si separava mai da una piccola borsa a mano, rettangolare, di morbida pelle nera. La chiamava "omnia mea mecum porto" poiché vi teneva tutto ciò che le occorreva durante il giorno: aghi e fili da rammendo, diverse penne, l'ultima edizione de La settimana enigmistica, forbicine, forcine, mentine e un pacchetto di Tuc, "per i languorini" soleva dire. Io avevo l'onore di poterne ricevere uno ogni tanto, mai su mia richiesta, sia chiaro, e per me questo gesto, che sapevo riservato a me sola, aveva un valore eccezionale! Ecco perché questo ingrediente. Poi ci sono i limoni confit di Rosella. Una donna che stimo perché sa tantissime cose e le trasmette con passione e generosità a chi ancora ha tanto da imparare, io per prima. Il pomodoro abbinato al limone mi è stato appena proposto al mare, ma io ho aggiunto il mascarpone, perché con la sua morbidezza stempera e addolcisce l'acidità del pomodoro (privato di pelle e semi, vi prego!). Ecco, ora vi lascio andare, ma se potete, provate questi limoni, che presto abbinerò ad altri piatti, perché hanno convinto anche i più scettici tra i miei assaggiatori...
Ah, un'ultima cosa, se volete assaggiare un Prosecco davvero buono, stappate una bottiglia del pluripremiato ServoSuo.



Citron confit di Rosella
Per un vasetto

1 limone biologico, perfettamente pulito, senza ammaccature

sale marino grosso
olio evo

Lavate perfettamente il limone e tagliatelo a spicchi alti ca. 1 cm. Disponete gli spicchi su un piatto, cospargete di sale grosso e lasciate riposare in frigorifero per 24 ore. Sciacquate con acqua corrente gli spicchi per eliminare il sale, quindi metteteli in uno scolapasta non ossidabile e lasciateli scolare per 4 ore. A questo punto metterli in un vasetto perfettamente pulito, premendoli bene. Riempire di olio, premere ancora per far fuoriuscire eventuale aria intrappolata tra gli spicchi e rabboccare con l'olio, che deve ricoprire i limoni. Mettere in frigorifero e pazientare 15 giorni!

martedì 10 luglio 2012

Castello con sorpresa!



Se vi troverete a trascorrere molte ore sulla spiaggia con i vostri cuccioli, magari questa idea potrà venirvi in soccorso in caso di noia. Io ho inventato questo gioco per Valentina, cha adora scovare le cose nascoste, ma ad un tratto mi sono accorta che altri bimbi e i loro genitori volevano giocare con noi...
Si riempie per metà un secchiello di sabbia, si nasconde un piccolo personaggio a testa in giù, si riempie il secchiello e lo si capovolge. Poi si bussa sul secchiello "Toc toc... chi abita in questo castello?". Si solleva il secchiello e a questo punto il bimbo potrà rastrellare la sabbia fino a scoprire l'abitante del castello. Almeno per i più piccoli, l'effetto sorpresa è garantito!