lunedì 30 aprile 2012

Mostri non si nasce... si diventa!




Finalmente! Una liberazione, un sospiro di sollievo, un tuffo al cuore! Dopo mesi di inattività forzata, ora che la mia craft room è quasi pronta, ho potuto mettermi di nuovo al lavoro. Melissa mi ha chiesto un angioletto un po' mostricello da aggiungere a una copertina da regalare alla piccola Dafne. Io davvero mi sono messa al lavoro con tutte le buone intenzioni ma, sarà la meteo, sarà quel senso di frustrazione che covavo da tempo, insomma ecco... è nato lui. Lo so lo so, è davvero un po' tanto mostro e un po' poco angelo e anzi, a dirla tutta inizialmente almeno non aveva la cresta rossa, ma poi ha fatto l'errore di fermarsi troppo a lungo vicino alla mia macchina da cucire e così zacccc, gli è spuntata questa protuberanza. Riccardo ha detto che fa un po' paura per una bambina piccola, ma Vale ha esclamato "tata mio" (tata è il nome per tutte le bambole e i pupazzi) e la portato di corsa in camera sua. Ci è voluto un po' prima che riuscissi a farmi restituire il povero Mostrangelo. Ora: Vale è un po' grezzarella, ma insomma, spero che possa piacere anche a Dafne. Grazie Melissa per aver scelto di adottare una mia creaturina così.... mostriciosa!

giovedì 26 aprile 2012

Un'idea per festeggiare... o forse no!



Vista la mia ignoranza in ambito sportivo, non so come sia usanza fare nelle altre discipline sportive. So però che nell'hockey, quando una squadra vince il campionato, festeggia fumando un sigaro. Ora, siccome la squadra di Riccardo quest'anno ha vinto il campionato della propria categoria, alla festa di chiusura ha potuto festeggiare con sigari di cioccolato. Vi propongo l'idea perché la trovo divertente e davvero facile da realizzare (li ha fatti un pasticciere, non io). Però ecco, il messaggio che veicolano non sono convinta che sia corretto. Insomma, trovo che sia uno scimmiottare un vizio adulto ammantandolo di fascino. Però allora vale lo stesso discorso anche per gli spumanti per bambini. È più importante il messaggio "festeggiamo perché siamo felici" o "appena saremo abbastanza grandi anche noi potremo bere e fumare"? Sarei curiosa di sapere cosa ne pensate voi...

martedì 24 aprile 2012

Si allungano le giornate, si accorciano i pantaloncini



A dire la verità, con questo progetto sono stata troppo ottimista. Oggi piove tantissimo e ci sono 5 gradi! Lasciamo ancora le gambette coperte quindi, ma appena spunterà il sole, continueremo ad usare la vecchia tuta, in veste nuova!

mercoledì 18 aprile 2012

Aggiungi un posto... al muro!


La mia soluzione...

Come immaginavo che sarebbe stata...

 ... e come è!



Siccome la sera i vestiti di Riccardo finiscono sempre irrimediabilmente ammucchiati sul pavimento, ho pensato di sostituire i classici ganci, poco pratici e soprattutto poco decorativi, con qualcosa di più divertente. Visto che anche la sedia della sua scrivania veniva regolarmente sommersa dai vestiti, ho pensato di a: eliminare la sedia con schienale, in modo che non possa più essere utilizzata come armadio e b: dedicare una sedia appositamente a questo scopo. Ho cercato una sedia bianca in legno, ho pregato un incredulo falegname di segarla a metà e zac... ecco risolto il problema. Pensavo... Vedete voi cosa ho ottenuto... ;-) 

mercoledì 11 aprile 2012

La resina e i suoi miracoli!


Per un bagno abbiamo scelto di abbinare due colori. 
Il grigio antracite, per riprendere il colore del piano in granito ticinese, e un beige creato riprendendo la tonalità esatta della sabbia delle Maldive, per riprendere il noce del parquet posato in tutto il resto della casa. 

Nel secondo bagno abbiamo fatto una scelta un po' più coraggiosa. 
Antracite totale, e su una parete una tonalità metallizzata, ottenuta miscelando alla resina antracite polvere d'argento.


Prima di tutto vi devo dire quanto odio le piastrelle. O meglio, odio le fughe che uniscono le piastrelle, soprattutto nei bagni. Sono una dannazione da pulire e sono terreno ideale per la proliferazione delle muffe. Non so quante ore ho passato a fregare, centimetro per centimetro, armata di spazzolino da denti e candeggina... E poi non mi piacciono le superfici interrotte e frammentate. Le trovo opprimenti e soffocanti. È chiaro quindi che sogno da anni di liberarmene. Quando ci hanno detto che con la resina, un materiale relativamente nuovo, oggi sempre più usato, si possono coprire, potete immaginare il mio entusiasmo. E quindi è con immensa gioia che vi mostro la definitiva fine delle tanto odiate piastrelle e delle loro fughe, nascoste per sempre! 

venerdì 6 aprile 2012

Fascette adesive e biscotti



In questo post vi avevo fatto vedere come ho realizzato delle strisce adesive decorate utilizzando fotografia tratte da riviste. Francesca però mi aveva chiesto come usarle queste fascette... Beh ecco Francesca un modo possibile. Dei semplici sacchettini di carta per alimenti sono diventati dei pensierini per la amiche: qualche biscottino per accompagnare il caffè della pausa!

martedì 3 aprile 2012

La vaschetta che diventa timbro



Con le vaschette di polistirolo per alimenti si possono realizzare dei timbri molto semplici, ma adatti ai bambini. Non prevedete disegni con dettagli perché questo materiale non consente tratti precisi e sottili, ma per dei timbrotti decorativi, questo sistema non è male. Ci si potrebbe decorare una carta regalo, per esempio...