Un'idea per festeggiare... o forse no!



Vista la mia ignoranza in ambito sportivo, non so come sia usanza fare nelle altre discipline sportive. So però che nell'hockey, quando una squadra vince il campionato, festeggia fumando un sigaro. Ora, siccome la squadra di Riccardo quest'anno ha vinto il campionato della propria categoria, alla festa di chiusura ha potuto festeggiare con sigari di cioccolato. Vi propongo l'idea perché la trovo divertente e davvero facile da realizzare (li ha fatti un pasticciere, non io). Però ecco, il messaggio che veicolano non sono convinta che sia corretto. Insomma, trovo che sia uno scimmiottare un vizio adulto ammantandolo di fascino. Però allora vale lo stesso discorso anche per gli spumanti per bambini. È più importante il messaggio "festeggiamo perché siamo felici" o "appena saremo abbastanza grandi anche noi potremo bere e fumare"? Sarei curiosa di sapere cosa ne pensate voi...

Commenti

fedomina ha detto…
Se li cresci bene i tuoi bimbi decideranno loro al giusto tempo cosa e giusto da fare e cosa sbagliato. Almeno...spero.....
Anna ha detto…
E' una domanda difficile quella che poni, Antonella.
Personalmente sono molto chiusa su questi argomenti. Un sigaro di cioccolato cosi come lo spumante trasmette un messaggio negativo.
A volte pero' mi chiedo se e' giusto essere cosi restrittivi o se magari sarebbe meglio lasciarsi andare e ridimensionare il tutto ad un gioco. Pero' che farai se tuo figlio continua a giocare e ha 14 anni quando vincera' decidera' di fumarsi il sigaro vero?
Antonella ha detto…
@fedomina
Feee ciao cara! Sì, la chiave di tutto è crescerli bene, ma in questo "bene" ci stanno proprio tutti questi piccoli dettagli... Accidenti!
@Anna
È vero che tutto ciò che è, o viene gestito, come proibito e tabù, assurge immediatamente a oggetto del desiderio, però anche banalizzare rischi e pericoli non è l'atteggiamento giusto. Insomma, come ne veniamo fuori??
patrick ha detto…
Il punto è...ma sono cubani i sigari?
Hahaahaaa
A parte gli scherzi anche io mi farei questa tua riflessione Anto, non saprei proprio, forse un discorsetto non troppo pesante su cosa ci sia veramente dietro questo gesto e poi ci si ride su. Sperando che si ricordi crescendo di non diventare un insopportabile macho. Incrociamo le dita.
;-) Sabi
francesca ha detto…
ciao Anto, secondo me non è un sigaro di cioccolato che può dare un cattivo esempio. Questa la vedo più come una cosa "goliardica", senza conseguenze particolari.
Mentre scrivo mi vengono in mente le gomme da masticare a forma di sigaretta, chi non ha mai scimmiottato un adulto facendo finta di fumare?
Ritengo più "pericolosa" la quotidianità, esempio: vedere un genitore fumare o bere, queste azioni potrebbero essere percepite come "giuste" e "autorizzate".
Ti dico una cosa, anzi due, e poi la smetto ;-)
1. Un giorno vedo mia figlia (di 4 anni) che, con una matita, faceva finta di fumare, le ho chiesto cosa stava facendo e lei mi ha risposto che stava fumando come lo zio Mauro ... e noi in casa non fumiamo ma sono bastati pochi incontri per "capire" come doveva fare!!!

2. Noi cerchiamo di preservare i figli dalle cose nocive con il nostro esempio, poi sarà la loro coscienza e le compagnie che frequenteranno a fare il resto ... a quel punto noi genitori saremo (un po') messi da parte perchè le nostre parole non varranno più molto.
Un abbraccio
matilda ha detto…
io invece dopo anni di cerebrali elucubrazioni ho deciso di lasciarmi asndare senza troppi perchè e percome. discendente da una famiglia di storici fumatori e bevitori di birre davanti a partite in tv, un mio carissimo amico odia il fumo, l'alcol e lo sport.
io da integerrima famiglia di assoluti non fumatori, all'università ho fumato anche la pipa e bevuto tequila. ora non lo faccio più. era divertente e "socializzante" in quel momento.
ho figli maschi, spero bevano moderatamente, provino il gusto di pipe e sigarette, facciano la corte alle ragazze. ma spero che siano gentili, non approfittatori, allegramente brilli e mai sbronzi.
ah, spero "paghino le tasse" anzi spero che POSSANO pagare! ;)
TheSweetColours ha detto…
effettivamente, se li si abitua già da piccoli a capire che certe cose non sono gradite è meglio... però alla fine tutto dipende dal carattere di una persona...
Antonella ha detto…
@patrick
sei la solita intenditrice!!! ;-)
@francesca
grazie per la tua preziosa riflessione, che è andata ad arricchire la mia! :-*
@matilda
è vero. forse non si deve "pensare" troppo. Però mi è piaciuto molto condividere queste problematiche un po' più impegnative con voi! Grazie a tutte di cuore.
@TheSweetCoulours
Parlare apertamente con i bambini credo sia la via giusta. E poi insomma questi sigari erano pure buoni...;-)

Post più popolari