sabato 24 dicembre 2011

Che sia uno splendido 2012


Vorrei avere il tempo di passare da tutte voi, che mi avete ispirata, fatta sorridere e tenuto compagnia per tutto questo 2011, per potervi lasciare i miei auguri, ma quest'anno davvero non ce la faccio. Tra poco ci trasferiremo nel nostro appartamento provvisorio e non so quanto riuscirò ad essere presente... Vi faccio allora da qui tutti i miei migliori auguri e vi abbraccio tutte, una ad una. Ci vediamo l'anno prossimo!

giovedì 22 dicembre 2011

Il sale della vita



Valentina è in piena fase "sono anch'io una mamma e i miei pupazzi hanno tanta fame", per cui il suo gioco preferito e girare e rigirare un mestolino in una ciotola. Per Natale quindi, ma mi raccomando è un segreto, riceverà la cucina in legno dell'Ikea, che ne sono certa, la farà impazzire di gioia. Riccardo ieri ha avuto davvero un'idea genialissima e ha trovato, e realizzato, il regalo perfetto per lei. Ha preso la scatoletta che contiene le sorprese nelle uova Kinder, ci ha fatto tre buchini e ci ha messo dentro qualche chicco di riso. Un giro di colla sul bordo ed ecco il salino perfetto per una cuochetta in erba. Non ha resistito e le ha consegnato subito il suo regalo. Vi assicuro che è stato un successone incredibile. Ora Valentina passa le giornate salando e risalando le sue zuppe immaginarie. Bravissimo Ricky!

domenica 18 dicembre 2011

Mezza nocciolina diventa una rennina



Cristina qualche giorno fa ha pubblicato su fb la foto, tratta da un altro blog, di magnifiche rennine fatte con le noccioline, ma con corna in fil di ferro, nasi fatti con spilli e orecchie realizzate con stoppaccioli puliscipipa. Graziosissime decorazioni per l'albero. Io ho reinterpretato l'idea e ho realizzato dei bigliettini da mettere sui pacchetti regali, coordinati con il nostro biglietto di auguri...

venerdì 16 dicembre 2011

I braccialettini riciclati



Non so se anche voi siete state travolte dalla mania dei braccialettini di gomma... Da noi è passata come un tornado, e come è arrivata se ne è andata, lasciandosi dietro una miriade di braccialettini ora snobbati. Con l'approssimarsi di feste e aperitivi, un utilizzo potrebbe essere questo, che permette di riconoscere il proprio bicchiere. Naturalmente funziona perfettamente anche con lattine, bottigliette di birra, bicchieri di carta. Per una grigliata, una festa di compleanno...

lunedì 12 dicembre 2011

Ultimo lavoro fino a lavori ultimati!



Un paio di giorni fa Anna mi ha scritto chiedendomi una giraffa segnalibro da mettere nel calendario dell'Avvento per il suo ragazzo amante dei libri. Ora io ho già messo via tutte le cose che mi occorrono: stoffe, bottoni, fili,... Ma insomma, mi dispiaceva non poterla accontentare, così sono scesa in cantina e ho cercato ciò che mi occorreva per realizzare una giraffa... da uomo. Eccola qui, ma ora rimetto via tutto e (purtroppo) non se ne parla più fino a lavori ultimati!

venerdì 9 dicembre 2011

Il Natale in un biscotto



In Svizzera non è Natale se non ci sono i biscotti. Ogni famiglia li fa, e spesso ci si trova apposta per prepararli in compagnia. Sono tanti gli impasti, ma sono cinque le ricette tradizionali che davvero non possono mancare. Tra queste i Basler Brunsli, che sono anche i miei preferiti, perché si mangiano e si trovano in commercio solo a Natale. Preparando questo post per partecipare alla raccolta di Mamma Giramondo mi sono accorta di aver già pubblicato questa ricetta un anno fa. Non me ne ricordavo più, ma era ovvio, in fondo sono i miei preferiti! La ripropongo quindi ora, con una nuova foto, che mi piace molto di più, ma con la stessa ricetta, perché è quella giusta e non va cambiata!

Basler Brunsli
Per ca. 24 biscotti

150 g di zucchero
150 g di mandorle macinate (meglio se con la loro pelle)
1 pizzico di cannella
1 C di farina
1 albume montato a neve
75 g di cioccolato fondente
zucchero per rifinire

Mescolare zucchero, farina, mandorle e cannella. Fondere il cioccolato e unirlo agli ingredienti asciutti. Aggiungere l'albume e mescolare bene. A questo punto la ricetta dice di stendere l'impasto sullo zucchero e di intagliare la forme. Ora io invece, siccome a furia di rimpastare i ritagli gli ultimi biscotti diventano dolcissimi (e già lo sono), stendo l'impasto tra due carte da forno (è appiccicosissimo) intaglio i biscotti e li passo nello zucchero prima di disporli sulla teglia. 
Lasciare i biscotti asciugare all'aria per almeno 2 ore, quindi infornarli nel forno caldo a 250 °C per 5 min.


martedì 6 dicembre 2011

Un pensiero... spirituoso!



Se tra i vari regali per Natale dovete prevedere anche dei presenti per colleghi, vicini di casa, portinai, eccetera, potreste preparare quello che noi abbiamo scoperto in occasione di un pranzo tra amici in un vecchio mulino. È una storia lunga, e non voglio annoiarvi, ma per dessert ci servirono lo strùs (che in dialetto ticinese significa pasticcio). Un bicchiere di gelato alla vaniglia con sopra delle uvette sotto grappa. Una cosa semplice semplice ma davvero gustosa. Ecco allora la mia versione dello strùs, che altro non è che un vasetto di uvette e grappa. La confezione consiste in un pezzo di carta ritagliata da un sacchetto proveniente da un negozio di vestiti, un pezzetto di spago e un'etichetta fatta a più mani, ma questa è un'altra storia...

venerdì 2 dicembre 2011

Spuntano come funghi...



Ecco il lavoretto natalizio che ho proposto per l'edizione natalizia di Illustrazione Ticinese. Occorrono solo delle scatole per le uova e tempere colorate. Semplicissimi ma divertenti, non vi pare?