mercoledì 30 novembre 2011

Fa freddo, scaldiamo il telefono!




Maddalena mi ha chiesto una copertina per il cellulare di sua mamma, che ama il viola e le paillette. Da tempo ho un esserino che mi gira in testa, ma che non ho il tempo di realizzare e ho quindi colto la palla al balzo... ho rovistato fuori dalle scatole già pronte l'occorrente e ho prima dato vita a una versione che però è troppo magretta per conservare un cellulare. Così il nuovo mostricello si è ingurgitato un pacchetto di fazzoletti che sputa fuori all'occorrenza. La seconda versione invece funziona bene anche per un largo iPhone... Appena ci saremo sistemati, ne realizzerò una serie...

lunedì 21 novembre 2011

Un omaggio... col fiocco



Se volete portare un pensierino gastronomico a qualcuno, e il nudo vassoietto di cartone vi pare un po' tristarello, allora prendete una bucatrice e fateci dei fori lungo il bordo, poi fateci passare un nastro. Fatto! Un idea per i biscottini natalizi?
(Io ci ho messo dei cubetti di torta di pane...)

lunedì 14 novembre 2011

Quando nel frigo non c'è nulla!



O meglio, come preparare un pasto quando non si hanno né tempo né ingredienti! Se capita anche a voi, allora una volta potreste provare questo turbo spuntino. Non è affatto male, si prepara in un lampo e ai bimbi piace un sacco. Anche a Valentina!

Club sandwicht a modo mio
Per persona
1 fetta di toast, ma va bene qualsiasi tipo di pane
2 fette di formaggio raclette, ma va benissimo qualsiasi formaggio che si fonde bene
2 uova
passata di pomodoro
burro

In un tegame scaldare brevemente un po' di passata di pomodoro con un pezzetto di burro. Cuocerci le uova e adagiarvi sopra il formaggio. Nel frattempo spalmare la fetta di toast con il burro. Condire l'uovo e rovesciare tutto sul toast.

venerdì 11 novembre 2011

Bellezza inattesa




A volte la bellezza si trova nei luoghi più incredibili. Il nostro cantiere è stato per giorni una poltiglia fangosa e rumorosissima, tra pioggia, scavi e trivellazioni. Poi un momento di grazia. La soletta è pronta, un raggio di sole illumina gli ultimi attrezzi che aspettano di essere caricati e portati via. Un momento di pace e una sorta di natura morta ha catturato la mia attenzione. Una combinazione di oggetti casuale, eppure perfetta. Mi è sembrata bellissima.
E ora che aspettiamo la prossima fase, testiamo i campioni di parquet...

giovedì 10 novembre 2011

La sparaelastici anti noia




Se in queste lunghe giornate fredde e piovose vi annoiate da morire be', potreste costruirvi una sparaelastici. Vi assicuro che il divertimento è assicurato. Per i bimbi, e anche per i loro papà!


martedì 8 novembre 2011

Mettiamoci una pezza!



Cosa può fare una moglie che ha incautamente ridotto un maglione nuovo nuovissimo del maritino in una pezza di lana cotta?!? Come minimo ridare vita ad altri due maglioni che ormai erano destinati al macero, o meglio alle mie forbici, rattoppando i gomiti lisi. Sì, ma non con pezze di pelle, che quelle sono davvero un po' passate. Ho usato invece dei resti di altri maglioni ormai vecchi. La pezza a righine l'ho lasciata con la semplice cucitura a zigozago, a quella tinta unita ho aggiunto anche il filo (nella foto lo vedete un po' accartocciato. Lo devo ancora stirare, ma lo farò questa sera. La foto invece l'ho fatta ora, finché c'è luce). Scagionata? Per ora parrebbe di sì!

mercoledì 2 novembre 2011

Massì dai, spariamoci un biscotto!




Girovagavo nel reparto natalizio con la mia amica Fe, quando mi cade l'occhio sulla fantomatica sparabiscotti. Ne avrete sicuramente già letto e sentito parlare. Croce e delizia delle food blogger, questa pistola non mi ha mai convinta. Insomma, dobbiamo vuotare tutta la casa, non posso comprare l'ennesimo accessorio cucinesco, mio marito mi strozza. Fe, ammiccante mi convince. C'è un modello in plastica, e uno in acciaio. Fe mi fa notare che quello in plastica ha più formine, ma io capitolo per quello in acciaio. Avviso Fe, se non funziona te ne pentirai!! A casa non resisto e quindi preparo l'impasto. Accidenti, la pistola i biscotti li spara, ma poi non li sgancia, così mi tocca staccarli uno ad uno dalla pistola. Per 75 volte! Una volta cotti però sono buoni. Il giorno dopo faccio un giro in rete e scopro che vanno tassativamente posati sulla teglia direttamente, senza imburrare e senza usare carta da forno altrimenti, appunto, non si staccano dalla pistola...E meno male che sulla ricetta proposta con la pistola c'è scritto di usare la carta da forno. Ahhhh ecco! Allora riproverò. Intanto vi lascio la ricetta dell'impasto alle nocciole, anche se Ricky ha sentenziato, letteralmente "sembrano industriali, sai farne di molto più buoni"! La prossima sparatoria allora sarà senza carta da forno e senza nocciole... mani in alto!



I biscotti sparati
o la frolla montata alle nocciole

125 g di burro morbido
130 g di zucchero
2 c di zucchero vanigliato
1 uovo
70 g di nocciole tritate finemente
190 g di farina

Sbattere il burro con lo lo zucchero, lo zucchero vanigliato e l'uovo fino ad ottenere un impasto soffice e spumoso. Aggiungere la farina e le nocciole e impastare bene. Lasciare riposare in frigorifero per mezz'ora. Sparare i biscotti DIRETTAMENTE sulla teglia, senza utilizzare carta da forno e senza imburrare! Infornarw a 190° per 10 min. ca.