sabato 29 ottobre 2011

C'era una volta il camino...




Ero in casa quando a un terribile botto è seguita una nube di polvere e calcinacci sbucare dal camino. Arrrrgh ma cosa succede? Dalla polvere compare un braccio, che sia Babbo Natale? No, no, è un operaio che spunta dal camino. Insomma, avevamo deciso di rinunciare al camino trasformandolo in una nicchia, ma era previsto che rimanesse. A questo punto però, tanto vale pensare a qualcosa di nuovo. Il nostro architetto, che quando lo si sfida dicendogli "siamo sicuri che tu saprai trovare una buona soluzione", la soluzione te la trova, eccome, ecco cosa ci ha proposto. A me l'idea di sedermi nel camino, mezza dentro e mezza fuori casa mi piace un sacco! Ricky però si chiede da dove entrerà Babbo Natale...?!?

mercoledì 26 ottobre 2011

Succo con berretto




Ho trovato il prospetto di questa iniziativa per caso in un negozio, e l'ho trovata fortissima. L'idea, prima di tutto, e poi tutto il concetto. Purtroppo l'azione si conclude il 1. novembre, per cui sono riuscita a fare al volo solo quattro cuffiette semplici semplici (e due orribili foto). L'idea è questa: bisogna lavorare a maglia delle cuffiette (c'è un opuscolo divertente e fatto benissimo che propone modelli diversi), poi bisogna spedire le cuffiette alla ditta che produce i succhi e il 21 novembre nei negozi le bottiglie indosseranno le cuffiette. Per ogni bottiglietta con cuffia venduta, 50 centesimi verranno devoluti alla pro senectute, che si occupa di sostenere gli anziani in difficoltà. Se l'avessi saputo prima avrei organizzato un pomeriggio tra amiche, lana e biscotti! Sarà per l'anno prossimo...

domenica 23 ottobre 2011

L'assalto degli Yeti!



Per accompagnare le letture nella stagione fredda, avevo pensato a dei teneri orsetti polari. Beh, sono stata assalita da un'orda di pseudo Yeti! Però sotto tutto quel pelo spellacchiato, c'è un tenero corpicino da orsetto, davvero!!

venerdì 21 ottobre 2011

Per costruire si inizia demolendo



Mesi e mesi fa vi avevo detto che vi avrei raccontato dei grandi lavori che abbiamo intenzione di fare in casa per avere un po' più di spazio. Ecco quindi che dalla posa della modina, stiamo passando ai fatti. Prima che si inizi a fare qualcosa di visibile infatti, c'è un grosso lavoro di progetti, scelte, calcoli, preventivi e ordinazioni. Incredibile ma vero, siamo pronti. Il piazzale che vedete in foto, come era nella foto sopra, e come è al momento, diventerà la nostra nuova sala da pranzo...

mercoledì 19 ottobre 2011

Made in Switzerland: la Schlorzifladen



Lo so, il nome è praticamente impronunciabile, quindi la potremmo tradurre con un più abbordabile "torta di pere secche". Da noi si trova in commercio l'impasto di pere già pronto, tritato e speziato, lo stesso che si trova nei Birnenweggen (i panini ripieni di pere secche). Io vi do la ricetta per prepararlo in casa, ma se lo trovate già pronto, risparmiate un sacco di tempo, senza perdere in qualità. Siccome l'impasto è molto dolce, la crema alla panna equilibra il sapore si sposa alla perfezione. Una merenda ricca e calorica per affrontare le lunghe giornate invernali!

La Schlorzifladen

Per una forma di ca. 28 cm di diametro


1 pasta per torte già spianata
500 gr di ripieno per Birnenweggen
5 dl di panna intera
2 uova
100 gr di quark alla panna
3 C di zucchero
1/2 c di cannella
4 C di succo di mele o Williams

Ingredienti per fare in casa il ripieno alle pere
400 gr di pere secche
50 gr di fichi secchi
50 gr di prugne secche
1/2 c di spezie per Birnbrot

Foderare la teglia con carta da forno e la pasta. Bucherellare la pasta e spalmarci il ripieno alle pere. Sbattere in una ciotola tutti gli ingredienti per la crema (dalla panna a succo di mele) e versare la crema sull'impasto alle pere. Infornare in forno caldo a 220 °C per 35/45 minuti. Ottima servita tiepida.

Se volete preparare il ripieno in casa, mettere tutta la frutta secca a bagno in acqua per tutta la notte, quindi ridurre la frutta in purea a condirla con le spezie. 

venerdì 14 ottobre 2011

La shopping shirt!



Se avete delle magliette dei vostri bimbi ormai piccole, o vostre, che non mettete più, con tre tagli e una cucitura potete realizzare delle praticissime shopping bag. Io ne ho fatte diverse e le tengo nella borsa, pronte per contenere qualche acquisto, giochi e giocattoli, funghi, castagne,...

mercoledì 12 ottobre 2011

Una mini...collezione



Riccardo ha un sacco di personaggini Lego. Un po' suoi, ricevuti negli anni, alcuni ancora del suo papà. Sono davvero belli, lo devo riconoscere. Lui li aveva messi tutti in fila in cima all'armadio, però prendono un sacco di polvere e cadono in continuazione. Una grande cornice quadrata e fonda trovata all'Ikea ci ha fatto venire questa idea. Devo dire che è davvero decorativa e gli ometti, così sistemati sotto vetro, sono al sicuro! 

lunedì 10 ottobre 2011

Lo scaldamuscoli nella manica!


 
 

Alle nostre latitudini è decisamente arrivato l'autunno e sebbene siano previste ancora giornate calde, meglio essere previdenti. Ecco quindi i primi scaldamuscoli della stagione. In realtà questi sono in leggero jersey, quindi più decorativi che funzionali. L'idea mi è venuta perché immancabilmente, Valentina ha i polpaccetti al vento. Quindi, un paio di maniche di una mia vecchia maglia si sono prestate perfettamente.  Avendo un vecchio maglione di lana da sacrificare, si otterrebbero degli scaldamuscoli caldi in un baleno, ma io tirerò fiori i ferri circolari...

venerdì 7 ottobre 2011

Saluti e baci!



Solo per il fine settimana ovviamente. Vi lascio con un dolcetto piemontese, per addolcire questo autunno che, almeno alle nostre latitudini, è arrivato con un vento freddo e neve fino a mille metri. I miei sono venuti troppo alti, per cui vi consiglio di schiacciare le palline sulla teglia in modo che non siano più alte di 5 millimetri.

I baci di dama

200 gr di farina bianca
150 gr di burro
100 gr di fecola
100 gr di mandorle macinate
80 gr di zucchero semolato
1 uovo
1 bustina di zucchero vanigliato
50 gr di cioccolato fondente (o Nutella!)

In una ciotola mescolate bene farina, fecola e zucchero vanigliato. Unite le mandorle e lo zucchero e disponete a fontana. Mettete al centro il burro ammorbidito e l'uovo e impastate velocemente. Formate le palline, disponetele sulla placca ricoperta di carta da forno e schiacciatele bene. Cuocete in forno caldo a 170 °C  per 15 minuti circa. Fate fondere a bagnomaria il cioccolato e spalmatelo tra due biscotti. In alternativa potete anche usare la Nutella.


martedì 4 ottobre 2011

Il ritorno del lupo




Ma vi siete mai chiesti cosa è accaduto al lupo di Cappuccetto Rosso dopo il  "vissero felici e contenti"? Certo lui era un tipetto poco raccomandabile, però insomma, lasciarlo lì con la pancia aperta, senza ritegno, mi pare troppo anche per un tipo come lui. Per cui ci ho pensato io, ed eccolo qui, lacero contuso, con la panza ricucita, in cerca di nuove famiglie...