lunedì 21 febbraio 2011

Tempo di schiuse...





Finalmente, dopo un lungo e freddo inverno, ai primi teporini che annunciano una primavera ormai non più lontana, si sono schiuse le uova degli Antuche segnalibro per la bella stagione. Ora devo solo impacchettarli e portarli in negozio. E aggiornare il sito anche, che è talmente stantio che credo abbia fatto la muffa... :-((

giovedì 17 febbraio 2011

Un mito inarrivabile!



Allora, per tutti coloro che non abitano in Ticino o in Canton Uri, questo post ha poco senso, ma chissà che invece non sia in grado di destare la vostra curiosità... Dicevo, da decenni, chi abita in questi due cantoni (in realtà probabilmente anche nella cintura di confine, perché sono moltissime le macchine italiane sempre parcheggiate al Burg Hotel) non può non sapere cosa sia il pollo al cestello di Attinghausen! Pensate che noi da ragazzi eravamo disposti a fare oltre tre ore di macchina solo per mangiare il polletto! Dunque, trattasi di 1/2 pollo allo spiedo, servito in un cestello, da mangiarsi senza posate. Cosa ci sarà mai di speciale, oltre al fatto di ungersi orrendamente le dita, starete pensando. Beh, la salsa! Un segreto da sempre, da moltissimi altri ristoranti imitata, mai eguagliata. La mia versione ovviamente non vi svela la ricetta originale, ma tra le tante provate, proprio questa, la più semplice, è quella che più si avvicina all'originale. L'accompagnamento ideale ovviamente sono le patatine fritte, ma siccome questa salsa è già terribilmente calorica, io ci abbino del riso in bianco, che tanto lo si mangia con la salsa...

Rullo di tamburi... ecco la salsa per il pollo al cestello!!

Pollo al cestello simil-Attinghausen
Per 4 persone
2 polli o 4 polletti
sale e pepe
paprica 
olio evo

100 gr di burro
1 dado di pollo
180 ml di panna semigrassa
1 C raso di farina
4 cetrioli sottaceto

Condite il pollo e cuocetelo in forno fino a quando sarà bello croccante. A fuoco bassissimo fate sciogliere il burro, con la panna. Aggiungete il dado e mescolando continuamente con una frusta, aggiungete la farina. La salsa sarà pronta quando sarà abbastanza densa, ma ancora liquida. Aggiungete i cetrioli tagliati nel senso della lunghezza, girate e servite cospargendo generosamente il pollo. 

domenica 13 febbraio 2011

Custodia con ritratto









Quando la mia amica Rosmi ha visto la custodia per IPhone che ho fatto per Ricky, mi ha detto "ecco, per il mio comple ne vorrei una così, più frufru naturalmente, e magari con il mio ritratto". Accidenti, ho pensato io, riuscirò, e poi ho pochi giorni di tempo. Per un po' ho brancolato nel buio, fino a quando, facendo ordine, ho incontrato dei vecchissimi pantaloncini di Ricky... Ecco come li ho trasformati. Il ritratto a me sembra preciso preciso! Auguri Rosmi.

giovedì 10 febbraio 2011

Una nuova mostrilla per casa...






Vi ho già raccontato che siccome la mia craft room è diventata la stanza di Valentina, io ora vago da un locale all'altro portandomi dietro tutto l'occorrente per lavorare, e manca sempre qualcosa! Tempo fa avevo chiesto a Elena Fiore (sapete tutte chi è!) un'organizer agenda tutta per me con mostrilla allegata (qui la potete vedere in tutto il suo splendore). Alcuni giorni fa è arrivata! Una meraviglia davvero. Pensavo di usarla per portarmi in borsa tutto ciò che mi serve, ma poi, pensa e ripensa, ho deciso che mi sarebbe stata molto più utile a casa, trasformata in una sorta di craft table tascabile... Eccola qui allora all'opera. E mentre la mostrilla se ne sta appesa tra i foglietti dello Zettel di Ingo Maurer, a distrarre l'altra mostrilla di casa, io posso mettermi al lavoro, con tutto l'occorrente a portata di mano, e sotto gli occhi i magnifici colori di Elena, che mi fan sorridere solo a guardarli. Grazie Elenita!

martedì 8 febbraio 2011

Un paio di jeans per Topina








Siccome Ricardo mi ha fatto notare che insomma, sì carina la magliettina per Topina, ma si può lasciarla senza mutande? Quando uno ha ragione, ha ragione! Ecco quindi un bel paio di jeans alla pescatora, per andare incontro alla primavera. Li ho realizzati con un pezzo di gamba di un vecchio pantalone di Riccardo. Da notare lo strappo di tendenza sulla taschina, risultato della vita avventurosa di Ricky!
L'immagine di Topina vista da dietro mi fa morir dal ridere, perchè la sua posizione è uguale uguale a quella della sua padroncina, che all'alba dei 7 mesi, ancora non sta seduta...

sabato 5 febbraio 2011

Il cerchietto tricotin




Ecco qui il cerchietto in tricotin che ho proposto nella prima edizione dell'anno di Illustrazione Ticinese. Una versione facile facile, ma di un certo effetto. Poi naturalmente basta cambiare i colori per ottenere delle varianti totalmente differenti!



venerdì 4 febbraio 2011

La Thailandia nel piatto



Siccome con Valentina per un po' di viaggi esotici e a lungo raggio non se ne parla, l'Asia l'ho messa nel piatto. Il curry rosso thailandese è una pasta umida, che contiene anche lemon grass, aglio e altri profumi. È decisamente piccante e la quantità da mettere dipende da quanto forte desiderate il piatto. Io ne ho messi due cucchiaini da caffé perché doveva poterlo mangiare anche Ricky. È venuto decisamente piccante comunque, e francamente non so come abbia fatto a mangiarlo... Credo che la passione per i gamberoni sia stata più forte del curry!

Gamberoni al curry rosso thailandese e riso Jasmin
Per 3 persone
200 g di riso Jasmin
2 c di curry rosso thailandese
2 dl di latte di cocco (ma va bene anche la panna semigrassa)
400 g di gamberoni 
1 zucchina 
1 piccolo broccolo
1 piccola cipolla rossa
olio di semi
sale
curry dolce e di madras

Tagliare a cubetti la zucchina, affettare la cipolla e dividere in piccoli fiori il broccolo. Rosolare le verdure in olio a fuoco vivo, quindi aggiungere un po' d'acqua, salare, aggiungere una spolverata di curry dolce e di madras e lasciar cuocere coperto. Portare a bollore una pentola di acqua salata e cuocervi il riso. Aggiungere alle verdure i gamberoni se crudi, altrimenti aspettare fino a quando il riso è quasi cotto, quindi mettere il latte di cocco nelle verdure, aggiungere i gamberoni e il curry rosso. Cuocere brevemente a fuoco vivo, regolare di sale, scolare il riso e servire ben caldo.