Di canditura, conservazione e italianità





Al nuovo incontro di Triscottata, Fedora ha portato "I biscotti". Ma come, solo "biscotti"? Sì, perché la ricetta originale li definisce "biscotti italiani" e siccome a lei pareva ovvio, ecco che li ha chiamati solo biscotti. I direi che sono praticamente dei cantucci, ma meno spaccadenti, ottimi con il cappuccino come li ho mangiati durante l'incontro, e una delizia con il Vin Santo, come li ho abbinati la sera a casa. Sabina invece si è dilettata con la canditura. Un procedimento lungo sì, ma non difficile. I suoi fiammiferini di zenzero, che dopo quattro bolliture sono diventati piccanti ma non fuocati, sono davvero una scoperta! Io invece ho portato una normale torta al cioccolato, senza farina però, quindi adatta a chi è intollerante al glutine. La particolarità sta nella cottura direttamente nel vasetto... Domani la ricetta!

Commenti

Beta ha detto…
Attendo con curiosità, perchè questa cosa m'ispira assai... :)
Silvia Brentegani ha detto…
...mi accodo nell'attesa e GRAZIE!!!!!
Buona domenica=)
Silvia di toccodililla
Sabi Pat e Gab ha detto…
Ancora una volta è stato piacevolissimo ragazze! Quando torno a casa sono leggera e di buon umore :-) e poi cimentarmi in questi progettini dolciari mi diverte tantissimo e ricevere i vostri doni creativi è sempre una sorpresa e un piacere per gli occhi e per il paaaalaaatooo! bacio a tutte e due Sabi
Sabi Pat e Gab ha detto…
Hai visto adesso siamo in tra a lasciarti messaggi, hihiihiii Sabi
Antonella ha detto…
@Sabi Pat e Gab
Siete tremendi... sempre con un nuovo travestimento... :-))

Post più popolari