giovedì 23 dicembre 2010

Auguriiii



... e scappo a fare tutto quello che ancora manca. Un augurio di cuore a voi tutte e ci rivediamo l'anno prossimo!

lunedì 20 dicembre 2010

Aggiungi un cuore a tavola




Un po' di fleece, lana bianca e qualche bottone ed ecco realizzati dei segnaposto per la tavola di Natale. Da fissare attorno al tovagliolo o alle posate, oppure da appoggiare semplicemente sul piatto. Un pensierino che ogni ospite si potrà portare a casa, oppure da riusare in un altra occasione, cambiando il cartoncino appeso al bottone.



martedì 14 dicembre 2010

La renna e la magliaia




Ecco qui cosa sono riuscita a produrre con il tricotin. Ho visto in un supermercato una renna rossa di ferro. In realtà non so bene per cosa sia pensata. Troppo grande per stare sull'albero, troppo spoglia per tutto il resto. Così io le ho fatto un caldo vestitino in tricotin, le ho messo un fiocco rosso, un campanellino, e ora è pronta per star fuori sulla nostra porta!

domenica 12 dicembre 2010

Made in Switzerland: i Basler Brunsli



Questi biscotti sono originari di Basilea, la città svizzera più a nord, a confine con la Germania. Sono tipicissimi di Natale e l'abbinamento perfetto alle altre ricette di biscotti, che in genere richiedono uno o più tuorli, mentre per questi si usano solo gli albumi! Sono dolci, croccanti all'esterno e leggermente gommosetti all'interno, ma è così che devone essere!



Basler Brunsli
Per ca. 24 biscotti

150 g di zucchero
150 g di mandorle macinate (meglio se con la loro pelle)
1 pizzico di cannella
1 C di farina
1 albume montato a neve
75 g di cioccolato fondente
zucchero per rifinire

Mescolare zucchero, farina, mandorle e cannella. Fondere il cioccolato e unirlo agli ingredienti asciutti. Aggiungere l'albume e mescolare bene. A questo punto la ricetta dice di stendere l'impasto sullo zucchero e di intagliare la forme. Ora io invece, siccome a furia di rimpastare i ritagli gli ultimi biscotti diventano dolcissimi (e già lo sono), stendo l'impasto tra due carte da forno (è appiccicosissimo) intaglio i biscotti e li passo nello zucchero prima di disporli sulla teglia. 
Lasciare i biscotti asciugare all'aria per almeno 2 ore, quindi infornarli nel forno caldo a 250 °C per 5 min.

lunedì 6 dicembre 2010

Mai più senza!




Sul mio libro di ricette, anni fa Ricky mi ha scritto di non poter vivere senza questi biscotti. Ora io mi chiedo, come fate voi...?!? Eccovi quindi, per la vostra salvezza ;-), la ricetta di quest biscotti buonissimi, facili da fare e belli da vedere. In quanto alla dipendenza... siete avvisate!

Biscotti Raku
Per ca. 24 biscotti
175 g di farina
175 g di cioccolato fondente
150 g di zucchero
55 g di burro
2 uova
1/2 c di lievito per dolci
1c di estratto naturale di vaniglia
1/2 c di sale
60 g di zucchero a velo

Sciogliere a bagnomaria burro e cioccolato. Sbattere le uova con lo zucchero per 2 minuti quindi aggiungere burro e cioccolato e l'estratto di vaniglia. Aggiungere la farina, il lievito e il sale. Mescolare bene e mettere in frigo per almeno due ore. Riprendere l'impasto e formare delle palline di ca. 4 cm di diametro. Versare in una ciotolina lo zucchero a velo e rotolarci le palline. Foderare una teglia con carta da forno e disporvi le palline ben distanti l'una dall'altra. Con il fondo di un bicchiere schiacciarle in modo da ottenere dei dischetti spessi ca. 1/2 cm. Infornare per 11 minuti in forno caldo a 180 °C.

domenica 5 dicembre 2010

Che ci faccio con la magliaia?



Da piccola l'avevo a forma di funghetto, ora me la sono ricomprata perchè mi piace un sacco, ma poi cosa posso farci con i cordini che produce? Voi la conoscete? Magari avete pubblicato un tutorial e io me lo sono perso? Il vostro aiuto mi sarebbe molto prezioso, perché per ora non sto pensando a nulla di pubblicabile... :-( 

giovedì 2 dicembre 2010

Made in Switzerland: gli Spitzbüebli



In Svizzera non c'è Natale senza biscotti! Ci sono gli immancabili, quelli tradizionali, e quelli di famiglia. Tra gli immancabili tradizionali un posto d'onore va sicuramente agli Spitzbüebli, letteralmente discoletti, che però in italiano raramente vengono chiamati così. In genere mantengono il loro nome tedesco. Ho provato negli anni tante ricette. Con e senza uova, con più o meno burro e zucchero. Questa che vi propongo mi sembra la migliore in assoluto. Siccome la preparazione è relativamente laboriosa, quando Valentina ha deciso che non intendeva pazientare oltre, ho dovuto ripiegare su un'alternativa più rapida, che mi consentisse di infornare alla velocità della luce. Quindi quello in primo piano è uno Spitzbüebli a regola d'arte, gli altri sono dei vulcanetti di emergenza, niente affatto male comunque!

Spitzbüebli o discoletti
Per ca. 24 biscotti



120 g di burro morbido, buono!
69 g di zucchero a velo
1 bustina di zucchero vanigliato (NON vanillinato)
2 prese di sale
180 g di farina setacciata
100 g di gelatina di ribes rossi
farina per stendere e zucchero a velo per decorare

Con la frusta elettrica sbattere il burro con i due zuccheri e il sale fino ad ottenere una massa chiara e morbida. Unire la farina e impastare velocemente. Avvolgere la pasta nella pellicola e mettere in frigorifero per ca. 1 ora. Stendere la pasta a 2mm e intagliare 12 basi e 12 coperchietti forati. Mettere ancora in fresco per ca. 1/2 ora quindi infornare in forno ben caldo a 200 °C  per 6 min. Scaldare la gelatina, spennellare le basi, coprire con i biscotti forati e spolverare con zucchero al velo.

mercoledì 1 dicembre 2010

L'avvento e il calendario dell'ultimo minuto!




Pensavo fosse grande ormai. Pensavo che non gli interessasse più. Pensavo di non doverlo più preparare, non per lui e non quest'anno. Mi sbagliavo. "Mami, mi hai preparato il calendario?". Accidenti. Quindi lo ammetto, mi sono precipitata all'ultimo minuto a comprare quelle piccole cose alle quali dico sempre di no: la cicca con il tatuaggio, i gommini alla coca-cola, l'omino da collezione dei Lego... Niente di sano e di didattico, ma il suo sorriso questa mattina era davvero eloquente! Per fortuna però che in cantina conservavo ancora il primo calendario fatto per lui!