martedì 22 dicembre 2009

È arrivato l'inverno...









... e ora può anche arrivare il Natale, quello bianco, quello vero. Però che freddo!

venerdì 18 dicembre 2009

Finalmente la ricetta dei frollini!










Questa è la famosa ricetta che ho promesso a Fata Bislacca. L'ingrediente che ne garantisce la riuscita è il burro, che deve essere ottimo, e quello che da un tocco inconsueto e il fleur de sel, che conferisce a questi frollini un retrogusto leggermente salato, tipico di alcuni biscotti danesi, ricordo di infanzia. A Natale ne ricevevamo sempre una scatola rotonda di latta blu. Una vera festa. Chissà se esiste ancora? Li ho chiamati petit beurre perché sono al burro, e perché la forma dello stampino è quella classica di questa specialità, ma se non avete questo stampino, potete usarne qualsiasi altro, ma poi dovrete chiamarli frollini o sablé!


Petit beurre au fleur de sel

250 gr di farina
125 gr di burro buono
125 gr di zucchero
1 uovo
10 gr di zucchero vanigliato
1 cucchiaino raso di fleur de sel

Mescolate bene la farina, i due zuccheri e il sale. Unite l'uovo intero e il burro molto morbido. Impastate bene, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigorifero per un'oretta. Stendete la pasta a 5 mm e intagliate i biscotti. Più semplicemente, formate un rotolo e affettatelo, badando però a tagliare i biscotti tutti alti uguali. Infornate a 180°C per 12/15 minuti, o fino a quando i bordi dei biscotti saranno leggermente dorati.

giovedì 17 dicembre 2009

Ho ricevuto due bellissimi regali di Natale!




Desidero ringraziare di cuore Cristina di Ork'Idea per avermi assegnato questo premio con la seguente motivazione:


4) Antonella del blog La Casa degli Antuche, perchè le sue Creature sono uniche, personali, ironiche e mi cavano sempre un sorriso senza colpo mancare. (E anche perchè, magari, Antonella - da buona svizzera - mi potrebbe passare la miglior ricetta per lo spezzatino alla zurighese e potrebbe forse sciogliere il mio cruccio sul perchè il roesti di patate mi venga sempre una mattonella impaccata che nemmeno il cane mangia... - speriamo che la ginecologa -con tutta la sua dieta - non legga il blog ;-) 


Lo spezzatino alla zurighese che mia nonna, zurighese DOC, sapeva fare divinamente, è purtroppo una ricetta rimasta un segreto, ma io riesco a farne una versione non male che, promesso, posterò, insieme a quella per i rösti. Ti avviso però che dovrai accettare alcuni ingredienti affetti da svizzeritudine (come dice Fata Bislacca) che però ne sono la chiave del successo!! Un abbraccio grande Cristina, e grazie per la tua preziosa amicizia!



E ora ringrazio Ciri, che mi ha assegnato questo altro graditissimo premio! Per ritirarlo però dovrei esprimere 5 desideri e dovrei premiare a mia volta 15 blog. Mi occorre un attimo di riflessione per fare le cose come si deve. Ti prego di pazientare un attimino Ciri, ma grazie grazie di cuore per essere sempre così carina e presente!

mercoledì 16 dicembre 2009

Pronti per il Natale...











Ecco, in ritardo, ma finalmente anche quest'anno abbiamo fatto l'albero. La decorazione è sempre la stessa. L'ho fatta quando Ricky era piccolo piccolo. L'unica cosa che cambia è la dimensione dell'abete, che ogni anno cresce con Riccardo. Il primo anno era quasi un bonsai, ora invece comincia ad essere un albero di tutto rispetto...

martedì 15 dicembre 2009

Ricky e i regali di Natale




Natale si avvicina, ed era ora che ci mettessimo al lavoro per produrre dei pensierini per nonni e zii. Siccome io, prima che avessi Riccardo, temevo come la peste il momento di ricevere i regali dai vari pargoletti, perché immancabilmente mi ritrovavo con delle produzioni orribili, mi sono ripromessa di non ricadere nello stesso errore: quello di far produrre "cosi" improponibili. Poi però succede che i bimbi desiderino comunque realizzare qualcosa, e allora si tratta di limitare i danni. Non posso ancora dirvi cosa ha fatto Riccardo, perché sua nonna segue questo blog e insomma, non vorrei rovinarle la sorpresa ma, mamma, non ti preoccupare, è una cosa utile e piccola piccola... ;-)) (ho fatto il possibile per frenare la creatività esplosiva di Ricky, che si è presentato armato di 2 kg di DAS)!

lunedì 14 dicembre 2009

Vitamine nel piatto



So bene che la cara Fatina Bislacchina aspetta la ricetta dei biscotti al fleur de sel, e arriverà. Però lei ora è malata e deve rimettersi in forma. Niente biscotti iper calorici per il momento, meglio un'insalata fresca e vitaminica, per rimettersi in forma. I biscotti dopo, quando starà meglio! 

Insalata invernale
Per 4 piccole porzioni che fanno da entrata

1 finocchio
1 clementina
1 manciata di olive liguri snocciolate in salamoia
olio d'oliva buono
aceto balsamico bianco
Aromat (lo so, state inorridendo, ma noi svizzeri siamo fatti così. Se non volete neppure sentirlo nominare, usate pure il sale...) e pepe nero

Affettate il finocchio e tenete i ciuffetti verdi più piccoli. Pelate completamente la clementina, nel senso che dovete levare anche la pellicina di ogni singolo spicchio. Vi riuscirà benissimo se taglierete con un coltello affilato tutto il lato superiore degli spicchi. Affettate le olive e condite il tutto. Se volete proporre una versione più raffinata (quella nella foto è una versione per tutti i giorni), tagliate il finocchio e gli spicchi di clementina a fettine sottilissime e disponetele su un piatto come fosse un carpaccio.

venerdì 11 dicembre 2009

Nuove nascite e grandi partenze






Lola va a scuola e Isidoro ha un cuore d'oro II mi sono stati commissionati e non ho avuto neanche il tempo di conoscerli, che già sono partiti verso le loro nuove famiglie. Piera la prigioniera è invece appena stata arresta e ora fa compagnia a Piero il prigioniero. Gualtiero il corsaro nero invece è ancora a piede libero, per ora!

mercoledì 9 dicembre 2009

Quando la tecnologia azzera le distanze!




Il post pubblicato da Cristina il 20 novembre mi era piaciuto molto, e le avevo chiesto il permesso di riprodurre una sua cornice. Poi pensandoci però, non mi piace l'idea di copiare il suo lavoro, avrei preferito abbinarlo al mio. Ecco allora che l'informatica permette ciò che le distanze geografiche impediscono. E così è nata l'Orckiduche! La cornice di Orkidea che accoglie un mio Antuche! Chissà che questa non diventi la prima di una serie di collaborazioni virtuali... A me piacerebbe moltissimo, e a voi?

lunedì 7 dicembre 2009

Gemelli diversi




Mentre cucivo il corpicino di Elisabetta ha perso una calzetta, mi era venuta un'idea molto meno romantica, che adesso sono riuscita a realizzare. Con lo stesso tessuto usato per lei è nato infatti Piero il prigioniero! È sorprendente come lo stesso identico tessuto possa dare due risultati così diversi, vero? Però poi, per reazione al bianconero Piero, è nata Lori ama tutti i colori, lei è una tipa decisamente più allegra...!

venerdì 4 dicembre 2009

Notte... in bianco!





Era annunciata ed è arrivata, ma solo sopra i 400 m s/m. La casa degli Antuche si trova un po' in collina, e quindi oggi tutti gli esserini che vi abitano sono corsi fuori in giardino!

giovedì 3 dicembre 2009

Influenza... felina!





Non stagionale, non aviaria e neppure suina... Nella casa degli Antuche imperversa l'influenza felina. Per fortuna Leonardo il setoso ghepardo e Pinotto il vorace tigrotto sono entrambi maschietti e non possono riempirci di cuccioli ;-))


martedì 1 dicembre 2009

Eccomi qui!






Sono tornata e per augurarvi una buona giornata, vi faccio vedere chi condivideva con noi la prima colazione!