Vitamine nel piatto



So bene che la cara Fatina Bislacchina aspetta la ricetta dei biscotti al fleur de sel, e arriverà. Però lei ora è malata e deve rimettersi in forma. Niente biscotti iper calorici per il momento, meglio un'insalata fresca e vitaminica, per rimettersi in forma. I biscotti dopo, quando starà meglio! 

Insalata invernale
Per 4 piccole porzioni che fanno da entrata

1 finocchio
1 clementina
1 manciata di olive liguri snocciolate in salamoia
olio d'oliva buono
aceto balsamico bianco
Aromat (lo so, state inorridendo, ma noi svizzeri siamo fatti così. Se non volete neppure sentirlo nominare, usate pure il sale...) e pepe nero

Affettate il finocchio e tenete i ciuffetti verdi più piccoli. Pelate completamente la clementina, nel senso che dovete levare anche la pellicina di ogni singolo spicchio. Vi riuscirà benissimo se taglierete con un coltello affilato tutto il lato superiore degli spicchi. Affettate le olive e condite il tutto. Se volete proporre una versione più raffinata (quella nella foto è una versione per tutti i giorni), tagliate il finocchio e gli spicchi di clementina a fettine sottilissime e disponetele su un piatto come fosse un carpaccio.

Commenti

Ork'Idea Atelier ha detto…
Fleur de sel?? Hai forse nominato il fleus de sel?? Allora ci sono anch'io ad aspettare la ricetta dei biscotti... perchè io 'sta cosa che ho acquistato in Provenza quest'estate davvero non so come usarla ;-))

bacione, Cristina
Antonella ha detto…
@Ork'Idea Atelier
Buongiorno Cristina. Sissì, proprio il fleur de sel è l'ingrediente segreto (bé mica tanto...) di questi frollini davvero strepitosi. Prossimamente mi ci metto, così posso fare la foto e postare la ricetta...
Fata Bislacca ha detto…
Siamo già in due vedi??? Ma a questo punto ti conviene invitarci a cena; tra insalatine e biscottini vuoi vedere che non ci passiamo qualche bel momento insieme???
Comunque grazie per il bel pensiero, una bella insalatina di stagione è proprio quello che ci vuole ora che ricomincio a sentire i sapori... Ma... Olive buone ed Aromat.... Abbinamento davvero sospetto.... Ma noi abbiamo licenza di Svizzeritudine, e possiamo davvero permetterci la qualsiasi!!! E dagli oggi e dagli domani vuoi vedere che "imbastardiamo" anche le nostre "amichette blog" più puriste??? Un abbraccio cara Anto, e Bon appètit!!!! Cathy
Antonella ha detto…
@ Hihihi... l'Aromat vuol proprio essere una provocazione. E un atto di coraggio anche! Ho scoperto che bisognerebbe riuscire ad affermare anche le cose che che vanno contro il pensiero comune. L'Aromat è una schifezza, ma è un sapore dell'infanzia, un baluardo di svizzeritudine e assolutamente impareggiabile sull'uovo alla cocque. Su questa insalata, bé è tranquillamente sostituibile con del sale comune e anzi, a voler essere davvero raffinati e a voler dimenticare le proprio (mie) origini, con del nobilissimo fleur de sel!!

Post più popolari